La prova dei piccoli chef

Tutti sanno che mangiare frutta e verdura ci fa bene, ma non tutti sanno perché. Le loro proprietà benefiche sono dovute non solo al perfetto equilibrio di acqua, zuccheri, vitamine e minerali, ma anche alla fibra e ad alcune speciali sostanze, che svolgono un’azione protettiva e… colorano i prodotti vegetali, regalando anche sapori e profumi caratteristici! Frutta e ortaggi formano un vero e proprio arcobaleno, ognuno con le proprie caratteristiche; solo variando e associando i diversi colori potrete sperimentare tutta la ricchezza di sapori e aromi della natura. Vediamo quindi quali colori caratterizzano la frutta e la verdura:

  • Tra gli alimenti ROSSI troviamo le Amarene, l’Anguria, l’Arancia rossa, il Cavolo rosso, le Ciliegie, le Fragole, i Lamponi, le Mele rosse, il Melograno, i Mirtilli rossi, i Peperoni rossi, il Pomodoro, il Pompelmo rosa, il Radicchio rosso, le Rape rosse, i Ravanelli, il Ribes rosso, l’Uva rossa.
  • Il gruppo del GIALLO-ARANCIONE comprende le Albicocche, le Arance, le Carote, i Mandaranci, i Mandarini, i Meloni, i Peperoni gialli, le Pesche gialle, le Pesche, il Pompelmo giallo, la Zucca.
  • Rientrano nei prodotti BLU-VIOLA le Carote viola, i Fichi, le Melanzane, i Mirtilli blu, i Mirtilli neri, le More, le Prugne, il Ribes nero, le Susine, l’Uva nera.
  • Nel gruppo del VERDE troviamo gli Asparagi, i Broccoli, i Carciofi, i Cavolini di Bruxelles, il Cavolo verde, i Cetrioli, il Crescione, il Kiwi, l’Indivia, la Lattuga, i Peperoni verdi, la Rucola, il Sedano, gli Spinaci, l’Uva, la Verza, le Zucchine.
  • E infine c’è la famiglia del BIANCO, cioè le Banane, i Cavolfiori, i Finocchi, le Pesche bianche, le Pere, i Porri, le Rape bianche.

Scegliere quindi frutta e ortaggi di tanti colori è la prima regola da seguire nella scelta di ciò che portiamo in tavola.


………e adesso via al gioco!!!!


Da oggi la vostra classe si trasformerà in un ristorante a cui dovrete dare un nome originale e dove ogni giorno della settimana inventerete insieme un piatto speciale. Ogni pietanza dovrà contenere frutta e/o ortaggi appartenenti a uno solo dei 5 colori della salute. Ad ogni giorno/portata dovrete abbinare un colore, evitando di ripeterlo nelle preparazioni successive. Dal lunedì al giovedì, quindi, sceglierete per ogni giorno uno dei 5 colori, sempre diverso. Il venerdì potete usarli tutti! Ecco i piatti da preparare per ogni giorno:
- Lunedi antipasto (ad es: rosso)
- Martedì primo (ad es: verde, ecc…)
- Mercoledì- secondo
- Giovedì- contorno
- Venerdì- composizione artistica di frutta e/o verdura da realizzare in classe.


Uno o più bambini dovranno poi, se possibile, realizzare a casa, con l’aiuto della famiglia, la portata di ogni giorno decisa in classe (antipasto, primo, secondo, contorno): non sarebbe bellissimo se potessero anche farla assaggiare agli altri compagni? Il quinto giorno sarà dedicato alla creazione in classe di una rappresentazione artistica, realizzata con frutta e verdura di ogni colore. Attenzione, nella realizzazione dei piatti non si dovrà eccedere con i condimenti e non dovrà essere aggiunto zucchero. Il menu dovrà essere riportato proprio come in un vero ristorante sulla carta dei menu da voi ideata. La carta del menu con il nome del ristorante, la descrizione dei piatti (con relative foto, se ci sono) e la foto della creazione artistica del venerdì dovranno essere caricati (in formato .doc, .pdf o .jpg), insieme al registro dei consumi, sul portale “Olimpiadi della frutta” dopo aver effettuato l’accesso con le vostre credenziali (nome utente e password) http://olimpiadi.fruttanellescuole.gov.it/accesso-docenti. A questo punto selezionate sul menu “specialità olimpiche” e caricate l’elaborato nella specialità olimpica “GImastica artistica”, cliccando il tasto “carica elaborato”.

I criteri che saranno usati nella valutazione della scheda terranno conto di:
• partecipazione dell’intera classe
• originalità degli elaborati
• semplicità dei piatti
• coinvolgimento delle famiglie
Parallelamente, durante tutta la settimana dedicata alle olimpiadi, l’insegnante dovrà riportare nella tabella del file “registro”, in corrispondenza di ogni giorno e di ogni colore, le porzioni di frutta mangiate a colazione da ogni bambino, raccontate (con onestà!) o verificate direttamente. Ad esempio, se quattro bambini della classe il lunedì hanno mangiato a colazione complessivamente 4 mele rosse, l’insegnante dovrà riportare nel registro, in corrispondenza della riga del lunedì, nel riquadro della colonna del colore rosso, il numero 4. Alla fine della settimana, il docente dovrà sommare tutti i valori presenti (righe e colonne) nella tabella del file “registro” e scrivere il risultato ottenuto nell’apposito riquadro, insieme a tutte le informazioni richieste (nome del plesso, codice meccanografico del plesso, data di rilevamento, classe, n. alunni, insegnante, mail insegnante). L’insegnante sarà ovviamente garante della veridicità di quanto riportato. Sappiamo bene quanto ci sia poca abitudine ad inserire un frutto a colazione, ma durante la settimana delle olimpiadi la sfida è anche questa!!! La colazione è il primo pasto della giornata e può diventare una buona occasione per arricchirlo con una bella porzione di frutta.

Vincitori SCHEDA 1