Semi nutrienti per un futuro sostenibile

Con lo slogan "semi nutrienti per un futuro sostenibile", l'Assemblea Generale delle Nazioni Unite ha dichiarato il 2016 l'Anno Internazionale dei legumi, per fare opera di sensibilizzazione e aumentare la consapevolezza dei molti vantaggi dei legumi.

Quanti tipi di legumi ci sono?

Fagioli, lenticchie, ceci, piselli, fave (ma anche lupini, soia etc.) sono i semi delle piante leguminose. Di ognuno di essi esistono moltissime varietà con differenti colori e sapori. Tutti hanno però in comune le preziose caratteristiche nutrizionali: costituiscono, infatti, una buona fonte di carboidrati, di fibra (soprattutto nelle parti più esterne del seme), di vitamine del gruppo B e di minerali (fosforo, ferro e calcio), ma soprattutto sono una buona fonte di proteine, a basso costo.

I legumi sono alimenti "antichi". Di loro si parla già nell'Antico Testamento e nell'Iliade, e tracce del loro utilizzo sono state ritrovate nelle Piramidi Egizie. Sono detti "la carne dei poveri" perché l'Italia contadina, fino agli anni Cinquanta, ha vissuto (ed è sopravvissuta) anche grazie ai legumi -prevalentemente cucinati in minestra, da soli o tutti insieme, abbinati o meno con i cereali- proprio perché sono alimenti ricchi di proteine e di nutrienti.

………e adesso via al gioco!!!!
Scegliete un’epoca storica ed effettuate una ricerca sull’utilizzo e sul consumo dei legumi in quel periodo, raccontando in massimo 15 righe le informazioni raccolte sulle tipologie di legumi consumate e sulle modalità del consumo.

Rappresentate (attraverso un quadro, una scultura, un disegno, un cartellone etc.) un soggetto che simboleggi il periodo storico prescelto (una scena, un oggetto, un piatto, un personaggio etc.); utilizzate per la composizione tutte le varietà di legumi secchi che riuscite a trovare, elencandole sullo stesso foglio del racconto. La composizione fotografata e la ricerca (in formato .doc, .pdf o .jpg) dovranno essere caricate sul portale Olimpiadi della frutta dopo aver effettuato l'accesso con le vostre credenziali (nome utente e password). A questo punto selezionare dal menu "Specialità olimpiche" la scheda "Salto ai legumi": in questa pagina cliccare sul pulsante "Carica elaborato".

I criteri che saranno usati nella valutazione della scheda terranno conto di:
• partecipazione dell’intera classe
• originalità degli elaborati

 

Vincitori SCHEDA 2

   

Le regole

•    A cadenze periodiche verranno inviate alle email di tutti gli iscritti le indicazioni e i tempi di consegna per ogni attività.
•    Le attività consisteranno in incarichi da svolgere in classe, dei quali dovrà essere rimandata testimonianza, come da indicazioni specificate nella scheda stessa (foto, disegni, video, elaborati scritti).
•    L’elaborato deve essere inviato informato .jpg, se foto, in formato .pdf o .doc se è un elaborato scritto o un disegno, in formato .mov se video.
•    Ogni alunno dovrà contribuire alla composizione dell’elaborato della sua classe.
•    Non è obbligatorio aderire a tuttele schede inviate, tuttavia l’assiduità alla partecipazione sarà tenuta in considerazione nella valutazione

Modalità di valutazione
•    Gli elaborati saranno esaminati da un’apposita Commissione che avrà il compito di definire la graduatoria per l'attribuzione del premio in palio.
•    La Commissione sarà composta da esperti di educazione alimentare e comunicazione e ricercatori del CREA.
•    I criteri per la valutazione deglielaborati saranno:
-    aderenza al tema proposto;
-    capacità di rappresentazione del tema;
-    originalità;
-    partecipazione dell’intera classe.
Il giudizio della Commissione è insindacabile e inappellabile. La Commissione si riserva la possibilità di assegnare uno o più premi speciali.

Il premio
Il campionato interscolastico sarà  su base nazionale e le quattro classi vincitrici, selezionate per macroregioni (nord, centro, sud, isole), avranno diritto a veder pubblicatii propri lavori su un volumefinale, che sarà inviato non solo all’insegnante ma anche a tutti gli alunni.