Diario dei consumi della frutta


Siamo arrivati all’ultima attività delle Olimpiadi della frutta, con una disciplina che già conoscete: RIMIRO ALLA FRUTTA, il diario dei consumi della classe di frutta e verdura su 5 giorni.

Lo scopo del diario settimanale è quello di visualizzare le porzioni di frutta e verdura mangiate dai bambini e all’insegnante nell’arco di cinque giorni, colorando i cerchi secondo le porzioni consumate, distinguendo i cinque colori della frutta e della verdura e promuovendo, quindi, una alimentazione varia, garanzia di un appropriato ed equilibrato apporto di nutrienti.
Allegato a queste istruzioni trovate dunque un disegno con i cinque cerchi delle Olimpiadi, dove ogni cerchio esprime il colore dei vegetali (bianco, rosso, blu, giallo-arancione, verde) suddiviso a sua volta in cinque cerchi concentrici, uno per ogni giorno “scolastico” della settimana. Ogni quadratino costituisce una porzione consumata di frutta o verdura e dovrà essere colorato con il colore corrispondente (per il bianco si fa una X nel quadratino): se ad esempio un bambino nella giornata del lunedì mangia due porzioni di frutta verde e due porzioni di verdure verdi si dovranno colorare nel cerchio del lunedì quattro quadratini verdi, seguiti poi dai quadratini verdi di un altro bambino e così via, lasciando vuoti gli spazi rimanenti, e facendo poi lo stesso per gli altri giorni della settimana.
Ricordiamo che una giusta porzione di frutta equivale a circa 150g (1 frutto medio o due frutti piccoli), una di ortaggi a 250 g (1 finocchio, 2 carciofi…) e una di insalata a 50 g. Il diario alimentare settimanale deve essere rappresentativo dell’intera classe, incluso l’insegnante, e da questi deve essere compilato ogni giorno della rilevazione, registrando con il corretto numero di quadratini sia le porzioni che si mangiano in classe/a mensa, sia quelle che i bambini riferiscono di aver mangiato a casa a colazione o il giorno prima. L’insegnante sarà ovviamente garante della veridicità di quanto riportato. Ricordiamo alcuni prodotti e i loro colori:
- Bianco (Banane, Cavolfiori, Cipolle, Finocchi, Pesche bianche, Pere, Porri, Rape bianche)
- Rosso (Amarene, Anguria, Arancia rossa, Cavolo rosso, Ciliegie, Cipolle rosse, Fragole, Lamponi, Mele rosse, Melograno, Mirtilli rossi, Peperoni rossi, Pomodoro, Pompelmo rosa, Radicchio rosso, Rape rosse, Ravanelli, Ribes rossi, Uva rossa)
- Blu-viola (Carote viola, Fichi, Melanzane, Mirtilli blu, Mirtilli neri, More, Prugne, Ribes neri, Susine, Uva nera)
- Giallo-arancione (Albicocche, Arance, Ananas, Carote, Mango, Mandaranci, Mandarini, Meloni, Peperoni gialli, Pesche gialle, Pesche noci, Pompelmo giallo, Zucca)
- Verde (Asparagi, Broccoli, Carciofi, Cavolini di Bruxelles, Cavolo verde, Cetrioli, Crescione, Kiwi, Indivia, Lattuga, Peperoni verdi, Piselli, Rucola, Sedano, Spinaci, Uva, Verza, Zucchine)
Un bicchiere di spremuta, frullato e centrifugato è da considerarsi equivalente ad una porzione di frutta e verdura. Le cipolle valgono solo se consumate come contorno.
Non sono considerati validi, ai fini del diario, succhi di frutta, gelati e patate (che, ricordiamo, non sono una verdura).
Al termine della settimana di rilevamento, l’insegnante dovrà contare i quadratini di ogni colore di ogni giorno e riportarli nel file “registro.pdf”, inserendo tutte le informazioni richieste (nome del plesso, codice meccanografico del plesso, data di rilevamento, classe, n. alunni, insegnante, mail insegnante). Dovrà poi sommare tutti i valori presenti (righe e colonne) nella tabella del file “registro.pdf” e scrivere il risultato ottenuto nell’apposito riquadro.
Il diario dovrà essere fotografato o scannerizzato e inviato, insieme al registro compilato, all’indirizzo email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., aggiungendo nell’oggetto della email il codice meccanografico del plesso, non dell’Istituto Comprensivo, senza modificare in alcun modo la restante parte dell’oggetto.

Risultati Attività

Queste le graduatorie per macroregione sulla base delle quantità di frutta e verdura consumate, per un totale di 484 classi e 9333 alunni che, suddivisi nelle 4 macroregioni, si sono classificati: